DOLCE DELL’EPIFANIA SVIZZERO (Dreikonigskuchen)

dolce dell’Epifania svizzero dreikonigskuchen

Come in tutti i paesi, anche in Svizzera hanno i propri dolci
per festeggiare l’arrivo dei Re Magi.
Quello tipico è il Dreikonigskuchen
che alla lettera vuol dire, appunto, dolce dell’Epifania.
Si tratta di una morbida pasta tipo brioche in forma di fiore
e ovviamente, all’interno si trova un oggettino o una moneta.
Il fortunato che troverà questa cosa nella sua porzione di dolce
sarà incoronato il Re della Festa !

Ingredienti: (8 persone)
– 750 g. di farina
– ½ cucchiaino di sale
– 125 g. di burro più quello per la teglia
– 30 g. di lievito di birra
– 2 uova più un tuorlo
– 75 g. più due cucchiai di zucchero
– la buccia grattugiata di un limone
– 3,25 dl. di latte
– 5 cucchiai di acqua tiepida
– 200 g. di uvetta
– un po’ di lamelle di mandorle
1 oggettino di porcellana o di argento, o un legume secco

Preparazione:
Mescolate la farina, lo zucchero (75 g.),
il sale e la buccia grattugiata del limone in una ciotola.
Fate sciogliere il lievito nell’acqua
e unitevi i due cucchiai di zucchero,
lasciate riposare qualche minuto.
Fate fondere il burro e unitevi il latte.
Incorporate al miscuglio di latte e burro il lievito
e poi le uova, infine il miscuglio secco di farina e zucchero.
Lavorate il tutto fino a ottenere un impasto soffice e non appiccicoso
(potete utilizzare un’impastatrice elettrica o una planetaria)
Terminate incorporando l’uvetta e l’oggettino scelto.
Dividete l’impasto in sei, otto o dieci pezzi
(di cui uno dovrà essere più grande).
Deponete il pezzo più grande al centro di una teglia ben imburrata
e gli altri attorno per formare un fiore.
Lasciate lievitare il dolce in un luogo caldo
fino a quando raddoppierà di volume
e poi lasciatelo riposare in un luogo fresco per un’oretta.
Spennelatelo con il tuorlo d’uovo
e spolveratelo con le lamelle di mandorle.
Cuocete per 40/50 minuti nella parte inferiore di un forno caldo
a 200 gradi e fatelo raffreddare su una gratella prima di gustarlo.

Fonte: buttalapasta

Ti potrebbe interessare anche...

Precedente PINZA FRIULANA DELL'EPIFANIA Successivo TORTELLINI DI CARNE CON CREMA AL GORGONZOLA E ASPARAGI BIANCHI

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.